1. Home ›› 
  2. Notizie ›› 
  3. Notizie Italia ›› 

Mercati obbligazionari: bond a tasso misto in dollari USA per battere l’incertezza

FACEBOOK TWITTER LINKEDIN

Le bufere sui mercati e le ombre che si addensano sull’economia cinese e internazionale sono destinate a rallentare il processo di normalizzazione del costo del denaro a stelle e strisce.

Al termine dell’ultima due giorni di riunioni, il board della Banca centrale statunitense ha confermato il costo del denaro nel range 0,25%-0,50 per cento e annunciato che i prossimi rialzi saranno “graduali” e basati sull’outlook economico.

Secondo i calcoli di Morgan Stanley, le recenti tensioni sui mercati equivalgono a quattro strette del costo del denaro e quindi sono destinate a portare a una revisione delle tempistiche inizialmente previste per la normalizzazione della politica monetaria.

In uno scenario caratterizzato da profonda incertezza, strumenti flessibili possono rappresentare una valida opportunità di investimento.

In negoziazione da pochi giorni sul MOT di Borsa Italiana e su EuroTLX, le obbligazioni Senior unsecured “Collezione Tasso Misto Dollaro USA serie III” di Banca IMI, la banca di investimento del Gruppo Intesa Sanpaolo, garantiscono cedole fisse i primi due anni, quando la politica monetaria dell’istituto guidato da Janet Yellen dovrebbe essere maggiormente improntata alla prudenza, e variabili a partire dal terzo, quando invece il processo di normalizzazione dovrebbe trovarsi in fase più avanzata.

L’obbligazione, cui è stato assegnato il codice Isin “XS1341083639”, è stata emessa in dollari, il taglio minimo è di 2.000 USD (pari a circa 1.845 euro) e la scadenza è fissata per il 26 gennaio del 2023. Nei primi due anni il ritorno per l’investitore è fisso e pari al 4,5%.

Dal terzo anno e fino a scadenza la cedola variabile è pari al tasso Libor USD a tre mesi maggiorato di un punto percentuale. Il London Interbank Offered Rate USD è un tasso variabile, calcolato giornalmente dalla British Bankers’ Association sulla base dei tassi d’interesse richiesti per cedere a prestito depositi in dollari. È uno dei benchmark più utilizzati nelle operazioni di finanziamento.

Oltre alla struttura cedolare, caratteristica peculiare di questo strumento è che l’acquisto, il pagamento degli interessi e il rimborso del capitale avvengono in dollari e quindi un’eventuale, e nelle condizioni attuali probabile, rafforzamento del biglietto verde è destinato ad incrementare il rendimento complessivo appannaggio dell’investitore.