1. Home ›› 
  2. Notizie ›› 
  3. Notizie Mondo ›› 

Mercati e Obamacare: possibile ondata di vendite se non passerà abrogazione (analisti)

FACEBOOK TWITTER LINKEDIN

Finale d’ottava con sguardo dei mercati rivolto alla votazione della Camera statunitense sul progetto di legge per abrogare e sostituire parti dell’Affordable Care Act, la legge sull’assistenza sanitaria di Obama conosciuta come Obamacare. Sul valutario il dollaro usa si mantiene volatile non lontano dai minimi toccati nel corso della settimana. “Potrebbe sorprendere che il mercato stia monitorando così da vicino lo sviluppo di una questione così specifica, visto che comunque non cambierà le sorti dell’economia USA – rimarca Arnaud Masset, strategist di Swissquote – . La votazione è vista, però, come un test per Donald Trump e la sua capacità di approvare le riforme promesse. In poche parole, se l’Obamacare non sarà abrogata, ciò danneggerebbe gravemente la fiducia del mercato e innescherebbe molto probabilmente un’ondata di vendite sul mercato azionario, facendo aumentare le pressioni a vendere sul dollaro”.

Ieri sera i leader repubblicani alla Camera hanno posticipato il voto sulla riforma sanitaria, in quanto incapaci di aggiudicarsi quel sostegno necessario a far passare la proposta.

Commenti dei Lettori
News Correlate
NUOVO AFFONDO VS UE

Trump minaccia dazi del 20% per auto europee

Il presidente statunitense, Donald Trump, torna all’attacco sul fronte dazi prendendo di mira questa volta l’Europa minacciando di imporre DAZI del 20% su tutte le auto importate dall’Unione europea “a …

OPEC AUMENTA PRODUZIONE

Trump: spero che aumento produzione Opec sia significativo

“Spero che l’OPEC aumenterà la produzione significativamente. Necessitiamo di mantenere i prezzi del petrolio bassi”. Sono le parole di Donald Trump, via Twitter, dopo la conclusione del meeting Opec che …

RATING

Usa: Standard Ethics abbassa outlook a negativo da stabile

Standard Ethics ha abbassato a negativo da stabile l’outlook del rating “EE” attribuito agli Stati Uniti. “La decisione degli Usa di lasciare il consiglio dei Diritti Umani dell’Onu è incompatibile …