Mercati: non farm payrolls Us potrebbero essere prova del nove (analisti)

FACEBOOK TWITTER LINKEDIN

Cresce l’attesa sul mercato in vista della pubblicazione dei dati di febbraio sul mercato del lavoro statunitense. Il consensus vede l’aumento di 165 mila unità dei posti di lavoro lo scorso mese dai +157mila di gennaio. Le payrolls “potrebbero rappresentare per gli investitori una vera e propria prova del nove, considerati gli elevati livelli raggiunti dalle Borse mondiali”, commenta oggi Michael Hewson, senior market analyst di CMC Markets. Hewson rimarca come una volta ancora i mercati stanno salendo in scia all’esuberanza a stelle e strisce, “accogliendo con calore i nuovi dati positivi e interpetando quelli meno favorevoli come una ragione ulteriore per la Fed di mantenere la propria politica di tassi zero e di Quantitative Easing infinito” in quello che sostanzialmente si presenta agli investitori come un “no losing scenario”, sempre vincenti sia che i dati siano positivi sia che non lo siano.

Commenti dei Lettori
News Correlate
USA

Wall Street: scambi misti sul mercato futures dopo Pil deludente

Futures misti sulle piazze americane dopo la pubblicazione del dato sul Pil annualizzato del primo trimestre 2017. L’economia statunitense è cresciuta al ritmo più debole degli ultimi tre anni nei primi tre mesi dell’anno. Questa dinamica è stata det…

Russia: banca centrale taglia i tassi al 9,25%

La banca centrale russa ha deciso di tagliare il tasso chiave portandolo dal 9,75% all’attuale 9,25 per cento. I mercati si attendevano un taglio, ma stimavano una discesa al 9,50 per cento. “L’inflazione si sta muovendo verso il target fissato, le a…

Elezioni Francia: Macron avanza nei sondaggi, a lui il 60% dei voti

Il candidato centrista Emmanuel Macron avanza nei sondaggi. Secondo l’ultima indagine Opinionway-Orpi per Les Echos e Radio Classique, Macron batterebbe nel secondo turno delle elezioni presidenziali in Francia la rivale Marine Le Pen con il 60% dei …

Inflazione Eurozona torna ad accelerare, aumentano pressioni su Bce

L’inflazione della zona euro torna ad approcciare il target del 2% perseguito dalla Bce mostrando inoltre una decisa accelerazione ad aprile della componente core, ossia l’inflazione di fondo, salita ai massimi a quasi 4 anni. Indicazioni che vanno a…