1. Home ›› 
  2. Notizie ›› 
  3. Dati Macroeconomici ›› 

Mercati: gli appuntamenti da seguire in settimana

FACEBOOK TWITTER LINKEDIN
La settimana sarà densa di importanti indicazioni macro, soprattutto per l’Eurozona. I Paesi del Vecchio continente saranno chiamati a turno nel corso dei prossimi giorni a dimostrare lo stato delle loro economie e dunque confermare o meno le preoccupazioni che si sono sollevate dopo la sforbiciata alle stime economiche da parte della Commissione europea
 
Pil III trimestre e inflazione in primo piano
In particolare, tra i dati macro in uscita sarà da monitorare la lettura preliminare del Prodotto  interno lordo (Pil) di Francia, Germania, Italia e area euro relativo al terzo trimestre (venerdì). Gli analisti si aspettano un lieve miglioramento per tutti i Paesi rispetto al trimestre precedente. Qualche suggerimento in questa direzione potrebbe arrivare con il dato sulla produzione industriale di Italia (lunedì) ed Eurozona (mercoledì) relativa a settembre. 
Importante sarà anche la lettura finale dell’inflazione nella zona euro (venerdì) di ottobre, che verrà anticipata giovedì dall’inflazione in Germania, Francia, Spagna e Italia. Secondo la maggior parte degli analisti, il tasso di inflazione nella zona euro dovrebbe mantenersi allo 0,4%. 
 
Rapporti banche centrali e Summit G20
Al di fuori dei dati macro, si segnala l’appuntamento con le banche centrali. Mercoledì la Bank of England pubblicherà il report sull’inflazione, che potrebbe dare qualche indicazione sulle future mosse di politica monetaria della BoE, in particolare su un primo rialzo dei tassi. Giovedì sarà invece la volta della Banca centrale europea che diffonderà il suo report mensile. Un documento interessante in vista delle nuove stime economiche che il direttivo si appresta a snocciolare a dicembre. Il governatore della Bce, Mario Draghi, ha già anticipato nella riunione del 6 novembre che “prevalgono i rischi di peggioramento nelle previsioni economiche”, a causa soprattutto dei rischi geopolitici. 
Infine, si ricorda il summit del G20, organizzato a Brisbane in Australia, nei giorni di sabato e domenica. Il vertice dovrebbe rivedere la partecipazione del presidente russo, Vladimir Putin, escluso dal summit del G8 organizzato lo scorso marzo in scia alla crisi con l’Ucraina.