Mercati, il giro si boa si avrà a settembre (analisti)

Inviato da Floriana Liuni il Lun, 13/08/2012 - 14:31
Sarà settembre la cartina di tornasole su quello che ci aspetterà durante la stagione autunno - invernale. E' il parere di Giorgio Mascherone, responsabile investimenti di Deutsche Bank in Italia, alla luce degli importanti appuntamenti che affolleranno quel mese. Si inizierà dalla nuova missione della "troika" ad Atene, mirata a verificare che il Paese sia sulla strada giusta per meritare gli aiuti di Stato da 31 miliardi di euro. Il 12 invece sarà il giorno del voto della Corte costituzionale tedesca sulla liceità del fondo di stabilità europeo ESM. Sempre il 12 ci saranno le elezioni in Olanda e la decisione dulla legge elettorale in Italia. Sempre in settembre, il 6, la Banca Centrale Europea probabilmente
annuncerà un ulteriore taglio del costo del denaro (-0,25), portando il saggio di sconto allo 0,75%, e forse anche ulteriori misure di allargamento della base monetaria. "Comunque vada", nota Mascherone, "è facile attenderci un sensibile aumento della volatilità. I consigli per gli investitori non possono dunque essere molto diversi da quelli delle ultime settimane: non sovrapesare l'azionario e scegliere, preferibilmente, i Paesi emergenti e tra i settori quelli difensivi (healthcare), tecnologici o ad alto dividendo. In ambito obbligazionario continuiamo a privilegiare gli high yields che offrono prezzi e rendimenti ancora molto interessanti insieme con corporate e governativi asiatici. Sempre bene mantenere una buona diversificazione valutaria anche se l'euro attenderà le mosse della BCE prima di uscire dal range 1,23 - 1,26".
COMMENTA LA NOTIZIA