1. Home ›› 
  2. Notizie ›› 
  3. Notizie Italia ›› 

Mercati: Fugnoli, il timone va orientato sulla stella polare rassicurante, non sulla correzione

FACEBOOK TWITTER LINKEDIN

Mantenere la rotta tra le onde dei listini potrebbe rivelarsi un piacevole esercizio quest’anno. Anche se arrivasse una possibile correzione non sarà la fine del mondo. Basterà semplicemente di dotarsi di ottimi freni per andarci piano sulle Borse. “Se i mercati daranno prova di autodisciplina, magari con l’aiuto di qualche leggera bastonata da parte dei policy maker nelle zone o nei momenti di maggiore tensione, sarà sufficiente andare piano, anzi molto piano, ancora per un paio di mesi per evitare una correzione”, spiega Alessandro Fugnoli, capoeconomista di Abaxbank. “Nel caso invece lo stato di perfezione macro dia alla testa ai mercati e li induca a salire, la correzione sarà inevitabile e proporzionata all’esuberanza che l’avrà preceduta”, avverte l’esperto, regalando una chicca: “Il problema degli stati di perfezione è che non sono eterni e non possono diventare ancora più perfetti. In ogni caso – consiglia Fugnoli – concentrarsi troppo sui rischi di una correzione ci pare fuorviante, oltre che essere inutilmente sadomasochista”. Secondo l’economista “il timone va orientato sulla stella polare, luminosa e rassicurante ancora per quest’anno, non sulla possibilità di brezze contrarie e di qualche spruzzo d’acqua in faccia”.