1. Home ›› 
  2. Notizie ›› 
  3. Notizie Mondo ›› 

Mercati finanziari: per analisti nel breve è atteso un esaurimento della pressione ribassista

FACEBOOK TWITTER LINKEDIN

La Cina è nuovamente al centro di una fiammata di volatilità globale. La scarsa visibilità sull’economia e i dubbi circa l’effettivo grip delle autorità di Pechino sul ciclo economico e i mercati azionari stanno agitando gli investitori di tutto il mondo.

In generale, non si può dire che sui mercati finanziari dominino costantemente maturità e raziocinio. Tutt’altro. Normalmente è vero il contrario, e vi regnano emotività ed isteria. Ciò detto, le autorità cinesi hanno parecchio lavoro da svolgere, prima di poter sostenere che i mercati locali risultano, sotto l’aspetto della maturità, in linea con la media mondiale.

Secondo Giuseppe Sersale, strategist di Anthilia Capital Partners, su vari asset si nota una price action coerente con un esaurimento della pressione ribassista di breve.
La presenza dei dati sul mercato del lavoro Usa nella seduta di oggi terrà ancora sulle spine il sentiment degli operatori.
Detto ciò, sembra improbabile che lo yuan e il petrolio, nel breve, continuino a scendere a questa velocità.
Secondo Anthilia Capital Partners la price action del secondo in particolare chiama una stabilizzazione, anche se un passaggio sotto i 30 dollari nel breve non è da escludere. Inoltre, per gli analisti se il grafico di Wall Street non fornisce particolari indicazioni in termini di target del movimento, una volta bucati i minimi di dicembre (c’è solo il 74.6% di Fibonacci in area 1.930 per l’indice S&P 500), risulta più definito il grafico dell’Eurostoxx dove, dopo quota 3.000 punti, minimo di agosto e fine settembre, abbiamo la proiezione del movimento precedente il consolidamento della seconda metà di dicembre, che indica un esaurimento a 2.940 punti. Questo livello dovrebbe costituire l’estremità dell’attuale fase ribassista.