1. Home ›› 
  2. Notizie ›› 
  3. Notizie Mondo ›› 

Mercati europei fiacchi su debolezza Asia. Ecco l’agenda macro della settimana

FACEBOOK TWITTER LINKEDIN

La settimana dei mercati europei inizia in

territorio negativo in scia alla debolezza dei listini asiatici. A pesare sull’umore i timori legati a un rallentamento
economico della Cina
. Dopo le 10 il Cac40 di Parigi mostra una flessione dello
0,38% nonostante la Francia abbia incassato venerdì sera la conferma del rating da parte
di Moody’s
, mentre il Dax cede a Francoforte lo 0,37 per cento. In calo anche
la Borsa di Londra che lascia sul terreno lo 0,64 per cento. A Piazza Affari
anche il Ftse Mib si mostra debole, cedendo lo 0,38% a 20.891,93 punti. Tra gli
appuntamenti macro odierni da segnalare il discorso del presidente della Banca centrale europea,
Mario Draghi
, al Parlamento europeo previsto a partire dalle 15 e la
pubblicazione del bollettino mensile della Bundesbank.

Nel fine settimana il ministro delle Finanze
cinese, Lou Jiwei, ha dichiarato che sebbene l’economia cinese debba affrontare
un periodo di “rischi al ribasso”, non è previsto un significativo
adeguamento delle politiche a sostegno dell’economia. Il ministro cinese era presente nella città australiana
di Cairns, dove si sono dati appuntamento i big dell’economia del G20.

L’agenda macro di questa settimana: ecco gli appuntamento clou

Martedì la seconda economia mondiale si troverà ad affrontare un
test importante e molto seguito dagli operatori: la diffusione dell’indice Pmi manifatturiero
calcolato da Hsbc
. Si tratta della lettura preliminare di settembre. Secondo le
stime Bloomberg il dato dovrebbe mostrare un peggioramento, attestandosi a 50
punti dai 50,2 punti della passata rilevazione. Se questa previsione venisse
confermata l’indice rimarrebbe sulla soglia dei 50 punti che indica una fase di
espansione.

Nei prossimi giorni l’agenda macroeconomica della
zona euro
vede in primo piano la lettura flash di settembre dell’indice Pmi
manifatturiero e servizi
. Secondo gli esperti di Credit Suisse “i Pmi di
settembre dovrebbero mostrare dei segnali di miglioramento, con il settore
della manifattura che dovrebbe guidare la ripresa”.

In settimana, e più precisamente mercoledì, occhi
puntati sull’indice tedesco Ifo che misura la fiducia della imprese tedesche.
Dopo il rallentamento registrato ad agosto, con il dato che è scivolato a 106,3
punti e ha collezionato il quarto mese consecutivo di ribassi, l’indice Ifo
dovrebbe, stando alle indicazioni di Credit Suisse, deteriorarsi ulteriormente,
ma a un ritmo più lento. “Tuttavia, riteniamo che questa debolezza sia transitoria
e ci attendiamo che le imprese tedesche inizino a sentirsi un po’ più ottimiste
nei prossimi mesi”, segnala il broker svizzero.

Negli Stati Uniti sono attesi nel corso dell’ottava
importanti spunti dal mercato immobiliare. Oggi in calendario le vendite di
case esistenti
di agosto, mentre mercoledì uscirà il dato mensile sulle vendite
di case nuove
ad agosto. Nel finale di settimana atteso il dato sugli ordini di
beni durevoli
di agosto e soprattutto il Pil annualizzato relativo al secondo
trimestre 2014 (terza lettura).