1. Home ›› 
  2. Notizie ›› 
  3. Dati Macroeconomici ›› 

Mercati: ecco gli appuntamenti da seguire in questa settimana

FACEBOOK TWITTER LINKEDIN
La settimana che prende il via oggi è densa di appuntamenti particolarmente importanti che potrebbero influire sull’andamento dei mercati finanziari nei prossimi giorni. Ecco quali seguire con maggiore attenzione e perché.
Eurozona
In area euro questa sarà la settimana della prima operazione TLtro, con la Banca centrale europea che annuncerà giovedì l’ammontare richiesto dalle banche. Un elemento interessante anche alla luce dell’ulteriore taglio dei tassi di riferimento operato dalla Bce nella riunione di settembre e in vista degli esiti degli stress test sulle banche. 
In termini di dati macro, da monitorare la lettura finale dell’inflazione della zona euro (mercoledì), che dovrebbe essere confermata allo 0,3% ad agosto, in calo rispetto allo 0,4% di luglio. In uscita anche il sondaggio Zew di settembre (martedì). L’indice misura la fiducia degli investitori tedeschi in relazione alla crescita economica nei prossimi sei mesi e si basa su un sondaggio effettuato dall’istituto di ricerca Zew tra 400 analisti ed esperti di finanza. Una lettura nuovamente in calo, dopo quella di agosto, e sotto le attese degli analisti potrebbe spingere al ribasso i mercati finanziari dell’intero panorama europeo.
Gran Bretagna
Sarà una settimana particolarmente calda per la Gran Bretagna. Oltre ai dati sul lavoro e l’inflazione, che dovrebbero mostrare miglioramenti, è attesa la pubblicazione delle minute della Bank of England (mercoledì). Il dibattito sulla politica monetaria si è intensificato all’intero del consiglio direttivo della banca centrale inglese, con due membri (Weale e McCafferty) che avevano votato per un rialzo dei tassi già nella riunione di agosto. Gli analisti però non si aspettano altri membri favorevoli a un rialzo dei tassi a settembre. L’evento clou però è rappresentato dal referendum sull’indipendenza della Scozia, in programma giovedì 18. “Ci aspettiamo che un voto favorevole all’indipendenza della Scozia avrà un impatto negativo e conseguenze finanziarie considerevoli per l’intera Gran Bretagna – commentano gli analisti di Credit Suisse – Il rischio che vinca il fronte del “Sì” è decisamente aumentato nelle ultime settimane, ma prevediamo che non succeda, anche se la nostra convinzione è diminuita”. 
Stati Uniti
Oltreoceano la settimana sarà caratterizzata dalla riunione della Federal Reserve e dalla conferenza stampa successiva della governatrice, Janet Yellen. Sembra scontato il proseguimento del tapering, con l’ammontare degli acquisti di asset che dovrebbe scendere a 15 miliardi di dollari mensili dai precedenti 25 miliardi. In questa riunione la banca centrale americana pubblicherà anche le nuove proiezioni economiche. Il focus degli operatori sarà anche rivolto alla quotazione a Wall Street del colosso cinese Alibaba, in programma venerdì.
Commenti dei Lettori
News Correlate
MACROECONOMIA

Stati Uniti: vendite case esistenti in frenata, -2,3% ad aprile

Negli Stati Uniti le vendite di case esistenti hanno registrato ad aprile una battuta d’arresto, con un calo del 2,3% rispetto a marzo, quando invece erano aumentate del 4,2% (dato rivisto dal precedente +4,4%). Gli analisti si aspettavano un ribasso…

MACROECONOMIA

Market mover: l’agenda macro della giornata

Attenzione oggi rivolta alle banche centrali. La Bank of Canada dovrebbe annunciare la conferma del costo del denaro allo 0,5%. In serata attenzione alle minute dell’ultima riunione del Fomc, il braccio operativo della Federal Reserve. Tra le indicaz…