1. Home ›› 
  2. Notizie ›› 
  3. Notizie Mondo ›› 

Mercati cauti: focus su inflazione Germania e Pil Usa. Piazza Affari guarda al risiko delle tlc

FACEBOOK TWITTER LINKEDIN
Mercati europei prudenti, compresa Piazza Affari, in attesa della raffica di dati macroeconomici previsti nel corso della giornata. Il settore delle telecomunicazioni rimane un “sorvegliato speciale”, aspettando il responso di Vivendi dopo le offerte di Telecom Italia e Telefonica per rilevare la brasiliana Gvt (per approfondire la vicenda). 

Gli investitori sono alla finestra prima della diffusione della lettura preliminare di agosto sull’inflazione tedesca prevista per le 14 e del dato sul Prodotto interno lordo (Pil) statunitense (seconda lettura) relativo al secondo trimestre 2014. Aspettando queste indicazioni sui mercati riecheggiano ancora le parole di Wolfgang Schaeuble, ministro delle Finanze tedesco, che ha dichiarato che le parole del presidente della Banca centrale europea (Bce), Mario Draghi, sono state mal interpretate. Alla luce delle dichiarazioni di Mr Draghi da Jackson Hole e delle parole di Schauble, ancora una volta la riunione di giovedì prossimo del consiglio direttivo dell’Eurotower si candida ad essere uno dei market mover più importanti e attesi dal mercato.
Ricca l’agenda macro negli Stati Uniti. Oltre al dato sul Pil, oggi verranno diffuse le richieste di sussidi settimanali per la disoccupazione, le vendite in corso di abitazioni per il mese di luglio e l’indice manifatturiero della Fed di Kansas City di agosto. “Oggi si attende l’ultima revisione del Pil del secondo trimestre, ma non dovrebbe avere alcun impatto significativo, anche perché l’attenzione dei mercati è ora tutta sulle dinamiche del terzo trimestre e gli appuntamenti chiave in tal senso saranno la settimana prossima, con l’employment report in primis venerdì 5 settembre”, affermano gli esperti dell’ufficio studi di Intesa Sanpaolo. 
Il risiko delle tlc resta un tema caldo. Vivendi ha confermato questa mattina di avere ricevuto due offerte per la controllata brasiliana Gvt: una da Telecom Italia e l’altra dagli spagnoli di Telefonica. Il consiglio di sorveglianza del big francese, che si riunirà oggi, esaminerà e studierà le due offerte “nel migliore interesse degli azionisti e dei dipendenti Gvt, e quindi deciderà le azioni da intraprendere”, si legge in una nota stampa.
In questo quadro i listini continentali si muovono in territorio negativo dopo le chiusure poco brillanti di Wall Street e quella in rosso della Borsa di Tokyo: a Londra il Ftse 100 perde lo 0,24%, mentre il Dax segna un ribasso dello 0,82%. L’indice di Parigi, il Cac40, cede invece circa mezzo punto percentuale. Ribassi maggiori per Piazza Affari, con il Ftse Mib che indietreggia di quasi l’1% a 20.562,82 punti. Sul fondo del listino milanese finisce Yoox (-2,41%), in compagnia dei bancari Bper (-2,10%), Banco Popolare (-1,88%) e Intesa Sanpaolo (-1,63%).