1. Home ›› 
  2. Notizie ›› 
  3. Notizie Italia ›› 

Mercati: Btp esposti a volatilità se decisioni Bce rimandate a settembre (analisti)

FACEBOOK TWITTER LINKEDIN

L’appuntamento clou di questa settimana sui mercati finanziari è la riunione della Banca centrale europea, in programma giovedì 21. Gli operatori non si aspettano nuove misure di stimolo monetario, ma l’istituto di Francoforte potrebbe cambiare le regole del quantitative easing per ridurre l’effetto scarsità sui titoli acquistabili. “Se la Bce non dovesse optare per l’abbandono del criterio del “capital key” nell’acquisto de titoli di Stato, i Btp potrebbero soffrirne, in quanto tra i maggiori beneficiari di tale aspettativa. In base a questo criterio si possono acquistare titoli di Stato in proporzione alla quota azionaria Bce detenuta dal singolo Paese”, spiega Alberto Biolzi, responsabile advisory di Cassa Lombarda.

Secondo Biolzi, molto probabilmente i banchieri centrali attenderanno settembre prima di decidere nuove mosse avendo per quella a data a disposizione anche le nuove proiezioni economiche. “I titoli di Stato italiani continueranno quindi a essere esposti, durante i mesi estivi, a una volatilità legata alle banche, al prossimo referendum e alle revisioni di rating dell’autunno”, conclude Biolzi.