Mercati azionari: Lehman, non sempre essere coraggiosi premia

Inviato da Micaela Osella il Lun, 05/06/2006 - 12:20
I vecchi porti sicuri a Piazza Affari non esistono più. Parafrasando un motto popolare gli analisti di Lehman Brothers hanno oggi passato in rassegna il listino andando a caccia di titoli con una dotazione di volatilità contenuta. Dall'altra parte parecchi brividi sono scivolati giù lungo la schiena di molti operatori di mercato le scorse settimane. Ma puntare su storie insidiose non sarebbe stata una mossa vincente secondo questi esperti. "L'alta volatilità che ha spadroneggiato sui listini nelle ultime settimane è stata maggiormente evidente in settori come gli industriali di base e i capital goods", ricorda il broker nel report, facendo notare che questi comparti dominano la lista delle azioni con più elevate riserve beta nel mercato. Dato che i pericoli super petrolio e super euro non davano abbastanza filo da torcere, adesso anche la volatilità rischia di fare lo sgambetto a chi che ha fede in Piazza Affari. Gli analisti della casa d'investimento americana avvertono: "Anche se il beta è attualmente concentrato nei settori tradizionali ciclici, non pensiamo che le cose rimarranno necessariamente in questo modo". Secondo loro il tempo sui mercati azionari continuerà a mantenersi buono "su un orizzonte temporale di 6-12 mesi". E specificano: "Normalmente un investitore dovrebbe preferire i nomi ad elevato beta (più rischiosi, ndr) in un mercato in crescita. Noi no. Non favoriamo le società caratterizzate da un elevata componente beta recentemente perché pensiamo che i costituenti di beta cambieranno". Lehman Brothers consiglia così di restare sintonizzati sui titoli Tech, le Telecom, i media, gli assicurativi e i farmaceutici.
COMMENTA LA NOTIZIA