1. Home ›› 
  2. Notizie ›› 
  3. Notizie Mondo ›› 

Mercati Asiatici : Tre continenti e una gamba

FACEBOOK TWITTER LINKEDIN

Avete presente la mitica telefonata di Aldo al suocero tratta da “Tre uomini e una gamba” ? Bene. Gli asiatici hanno deciso questa mattina di fare una telefonatina simile a Wall Street, nonostante il tonfo sul finale di ieri sera con gli indici americani che hanno ceduto di schianto trascinati dal crollo di Fannie Mae e Freddie Mac e dopo che Cisco che ha segnato il nuovo minimo da 2 anni.

La verità è che il mondo intero è stanco di doversi adeguare alle dichiarazioni dei vari guru super pagati dalle banche d’affari, capaci di condizionare con le loro sentenze i destini delle borse mondiali, ma non i destini, sempre più incerti delle banche in cui lavorano.

L’Asia nella sua telefonata di questa mattina sta dicendo forte e chiaro : smettetela di giocare con i target price e con le speculazioni sul petrolio e cereali, e se proprio volete che qualcuno corra con soldi freschi a salvarvi mettetevi in fila, possibilmente in silenzio.

Sarà una telefonata “finta” come quella di Aldo che aveva trovato il telefono del suocero occupato o una giornata come quella odierna potrà avere un seguito ?

Per intanto con gli stock di greggio Usa che sono calati di 5,84 milioni di barili a 293,936 milioni (erano 352,6 milioni l’anno scorso) e con il petrolio che non ha realizzato il solito nuovo massimo, i mercati asiatici provano a scommettere su una stabilizzazione del costo delle materie prime che possa portare ad una riduzione dell’ inflazione.

Se l’Asia riuscirà a chiudere tra poche ore in positivo e il continente europeo riuscirà oggi a fare altrettanto, il segnale sarà importante. Altrimenti, come al solito, a fine ricreazione si rientra in classe a prendere bacchettate dal professor Wall Street.

Roberto Malnati