1. Home ›› 
  2. Notizie ›› 
  3. Notizie Mondo ›› 

Mercati Asiatici : Qualcosa sta cambiando

FACEBOOK TWITTER LINKEDIN

Variazioni degli indici rilevata alle ore 5:30 :

Topix (Tokyo) +1.55%
Nikkei 225 +1.97%
Hang Seng +1.27%
China Csi 300 +1.81%
Shanghai +2.57%
Shenzhen +0.15%
Taiwan Taiex +0.32%
Kospi +1.40%

Già ieri sera si era capito che oggi in Asia non sarebbe stata una giornata normale. Gli ETF quotati alla borsa americana che provano a replicare i principali indici asiatici anticipandone i movimenti di un giorno, non parevano voler seguire come al solito la discesa degli indici USA.
E’ vero che si sapeva che Samsung avrebbe dichiarato ottimi dati di vendita e che con i prezzi del petrolio vicino ai massimi Cnooc e PetroChina avrebbero potuto rimbalzare corposamente, ma quello che più pareva pesare sulle quotazioni era il cambiamento di umore dei grossi gestori di fondi.
Prima ci sono state le dichiarazioni circa il fatto che i fondi siano tutti pieni di liquidità non investita e che, tutto sommato, le cattive notizie siano limitate ai titoli finanziari e che non si sia ancora vista una diffusione della crisi in altri settori.
Poi la parola d’ordine è stata : “Andiamo a comperare società con solidi fondamentali”.

Risultato ? In Giappone i dati di questa notte avrebbero potuto portare l’indice azionario molto al di sotto dei recenti minimi, con i prezzi al consumo che sono aumentati al ritmo più veloce in un decennio, con il tasso di disoccupazione che è inaspettatamente salito a 3,9 per cento nel mese di febbraio e con la spesa delle famiglie che è rimasta invariata. Ma l’indice è salito.

Mi viene in mente la simpatica storiella del bombo : secondo alcuni autorevoli testi di tecnica di aeronautica, il bombo, ossia il maschio dell’ape, non può volare a causa della forma e del peso del proprio corpo in rapporto alla superficie alare. Ma il bombo non lo sa e perciò continua a volare.

Roberto Malnati