1. Home ›› 
  2. Notizie ›› 
  3. Notizie Mondo ›› 

Mercati Asiatici : Manca la fiducia dei consumatori americani

FACEBOOK TWITTER LINKEDIN

Variazioni degli indici rilevata alle ore 5:20 :

Topix (Tokyo) -1.08%
Nikkei 225 -0.84%
Hang Seng +0.63%
Csi 300 +1.27%
Shanghai +0.64%
Shenzhen +1.13%
Taiwan Taiex -0.45%
Kospi -0.06%
S&p/Asx 200 +1.32%

Sono tornati i fantasmi e i mercati asiatici si adeguano vendendo i titoli rimbalzati ieri e riscoprendo i soliti temi degli ultimi mesi : Commodities, produttori minerari, produttori energetici.
Lo spauracchio del giorno, che fa coppia con l’ormai consueto indebolimento del dollaro, è l’indice della fiducia dei consumatori americani che, a causa del netto peggioramento delle aspettative per i prossimi sei mesi, è sceso al 64,5 dal 76,4 di febbraio. Valore che veniva considerato già molto negativo.
Gli americani hanno in effetti pochi motivi per essere ottimisti : frenata dell’occupazione, rincari di benzina e generi alimentari, recessione immobiliare e dollaro quotidianamente svalutato che riduce il potere di acquisto fanno sentire l’americano medio ogni giorno più povero.

E l’economia giapponese, da sempre dipendente dal mercato americano, come reagisce alla frenata ? Crollando ?
Sembra proprio di no.
A quanto pare esistono anche altri mercati emergenti pronti a sostituire già da ora il mercato a stelle e strisce. Le esportazioni giapponesi sono cresciute del 8,7% rispetto a un anno fa, superando il dato di gennaio che, con una crescita del 7.6%, aveva già stupito chi predicava che l’economia del mondo intero senza la crescita continua dei consumi americani si fermerà.

Resta da capire, se e quando, le borse asiatiche riusciranno a recepire il cambiamento di un paradigma così radicato e condiviso.

Roberto Malnati