1. Home ›› 
  2. Notizie ›› 
  3. Notizie Mondo ›› 

I mercati asiatici crescono spediti in scia a Wall Street, nonostante le cattive notizie.

FACEBOOK TWITTER LINKEDIN

Variazioni degli indici rilevata alle ore 5:30

Topix +1.50%
Nikkei 225 +1.72%
China Csi 300 +2.52%
Hang Seng +3.72%
Shanghai +2.34%
Shenzhen +1.86%
Taiwan Taiex +1.48%
Kospi +1.10%

Di bad news ce ne sono state parecchie ieri : Il crollo della fiducia dei consumatori, scesa a febbraio a 75 ossia ai minimi da cinque anni. I prezzi alla produzione di gennaio aumentati dell’1%. La valuta europea che ha sfondato quota 1,50 arrivando fino a 1,5048 nei confronti del dollaro e superando l’1,4966 toccato lo scorso 23 novembre.
Se ci aggiungiamo che al Nymex di New York il greggio Wti ha toccato i 101,43 dollari e che a Londra il prezzo del Brent ha segnato il nuovo record storico a 100,03 dollari al barile nelle contrattazioni afterhours, i presupposti per un capitombolo del mercato azionario c’erano tutti.

Anche la notte ha Hong Kong è stata turbolenta. Il previsto rallentamento economico dovuto a minori esportazioni verso Stati Uniti e Cina e la crescita dell’inflazione hanno spinto il governo ad annunciare misure straordinarie per 4.3 miliardi di HK dollari di sussidi ai lavoratori, di 50 miliardi di HK dollari per la riforma sanitaria, di 21.8 miliardi di HK dollari di investimenti in nuove infrastrutture a cui si aggiunge una riduzione delle tasse del 75% per la fascia più bassa di reddito.

Questa velocità e capacità di reazione, sconosciuta a noi europei che possiamo solo guardare increduli e ammirati, è stata premiata dal mercato con un consistente rialzo del listino di Hong Kong.

Roberto Malnati