1. Home ›› 
  2. Notizie ›› 
  3. Notizie Mondo ›› 

Mercati Asiatici : Calma apparente

FACEBOOK TWITTER LINKEDIN

Variazioni degli indici rilevata alle ore 5:30 :

Topix (Tokyo) +0.06%
Nikkei 225 +0.73%
Hang Seng +0.83%
China Csi 300 +0.31%
Shanghai +0.91%
Shenzhen -0.36%
Taiwan -0.21%
Kospi +0.52%

In una notte di calma per gli indici borsistici asiatici la notizia più importante arriva dal mercato delle commodities. Il riso e il mais hanno raggiunto un nuovo record di prezzo e le riserve mondiali di granaglie sono ai minimi da 26 anni. Per le Nazioni Unite sono 36 le nazioni, compresa la Cina, che hanno gravi problemi di approvvigionamento alimentare.
L’ Indonesia, ossia il terzo più grande produttore di riso al mondo, ha dichiarato ieri di voler seguire le orme di Cina, India, Vietnam ed Egitto che hanno espresso l’intenzione di frenare le esportazioni di materie prime alimentari verso paesi esteri.
Tra le notizie della notte, leggo che in Dubai più di 600 operai asiatici sono stati arrestati dalla polizia degli Emirati Arabi Uniti dopo aver manifestato e bloccato le strade per tre ore scagliando pietre contro i poliziotti per chiedere aumenti salariali.
Le nazionalità di questi operai ? Indiani, pachistani, afghani e bengalesi.
E’ evidente che il calo del dollaro e l’apprezzamento della rupia indiana aggiungono all’aumento dei prezzi dei generi alimentari il disagio per questi poveri lavoratori di dover spedire denaro svalutato alla famiglia rimasta nel paese di origine.
Protetti dal nostro fortissimo euro possiamo tranquillamente continuare ad ignorare questi eventi, ma non potremo evitare di subirne le conseguenze.

Roberto Malnati