1. Home ›› 
  2. Notizie ›› 
  3. Dati Bilancio Italia ›› 

Mediobanca: utili trimestrali balzano a 109 mln di euro, oltre le attese

QUOTAZIONI Mediobanca
FACEBOOK TWITTER LINKEDIN

Utili trimestrali in ripresa e migliori delle attese per Mediobanca. Il gruppo bancario milanese ha annunciato, dopo il consiglio di amministrazione che ha approvato questa mattina i risultati finanziari, di avere archiviato il primo trimestre (luglio settembre) dell’esercizio 2012-2013 con un utile netto balzato di quasi il 92% a 109 milioni, in forte rialzo sia rispetto all’equivalente periodo dello scorso anno (56,8 milioni) sia rispetto al precedente trimestre (risultato negativo per 24 milioni). I profitti sono superiori alle stime di Bloomberg pari a 95,2 milioni di euro. In calo del 5% i ricavi che si attestano a 453,4 milioni dai 452,2 milioni registrati un anno prima. Il coefficiente patrimoniale di Mediobanca Core Tier 1 è stabile all’11,5% a fine settembre.

“Al raggiungimento del risultato concorrono la riduzione dei costi, l’assenza di significative rettifiche sul portafoglio titoli ed il contenimento del costo del rischio in presenza di indici di copertura in aumento sia per le sofferenze che per il totale delle partite problematiche” si legge in una nota dell’istituto di Piazzetta Cuccia. In particolare i profitti beneficiano della riduzione dei costi a 174 milioni (-12%) e dell’apporto positivo del trading, che passa da 4 a 63 milioni e compensa la flessione nel margine di interesse (-8% a/a), delle commissioni nette (-11% a/a) e degli utili delle partecipazioni (da 73 a 28 millioni).

Per quanto riguarda le rettifiche di valore su crediti, nonostante abbiano segnato un aumento dell’8,4% rispetto a settembre 2011 – sono in netta riduzione (-21,3%) nei confronti dell’ultimo trimestre dello scorso esercizio (141,5 milioni) a fronte di un miglioramento degli indici di copertura sia delle sofferenze che delle attività

deteriorate (dal 39% al 40%).

Principal investing: minori ricavi, assenti le svalutazioni

La divisione principal investing di Mediobanca, nella quale sono costudite le quote strategiche in Generali, RCS MediaGroup e Telco, registra nel primo trimestre un apporto della valorizzazione a patrimonio netto delle partecipazioni pari a 23 milioni. “Si riduce dai 67,6 milioni del settembre 2011 – recita un comunicato – per effetto del minor contributo di Assicurazioni Generali, che passa da 63,3 a 36,7 milioni, e della perdita operativa RCS MediaGroup (-13,6 milioni). L’utile netto flette da 64,1 a 19,1 milioni”. Il valore d’iscrizione delle partecipazioni (2,6 miliardi) si è ridotto di 56,1 milioni rispetto allo scorso giugno per effetto della variazione negativa della riserva da valutazione (79,1 milioni), pressoché integralmente riconducibile ad Assicurazioni Generali.