Mediobanca e Unicredit fanno fuochi d'artificio in Borsa

Inviato da Redazione il Gio, 08/09/2005 - 08:39
Quotazione: MEDIOBANCA
Quotazione: UNICREDIT GROUP
La finanza milanese traina Piazza Affari. Mediobanca e Unicredit scaldano il listino, innalzando flussi di acquisto che portano gli indici a rinnovare i massimi da tre anni. Su entrambi i titoli il rialzo oltre il 2% sembra ispirato da motivazioni fondamentali legate agli sviluppi della gestione e alle positive attese sulla sostenibilità dei profitti. La banca d'affari fondata da Enrico Cuccia ha ritoccato il record storico con un progresso del 2,23% a 16,70 euro. L'ottimismo del rapporto di Merrill Lynch, che alla vigilia aveva fissato un prezzo obiettivo di 20 euro sull'istituto, ha contagiato i compratori. Un primo esame è vicino: lunedì il cda di Mediobanca esaminerà i risultati dell'esercizio chiuso il 30 giugno, e con essi il nuovo piano triennale che dovrebbe rafforzare le attività di banca d'affari e di credito al consumo. Su un altro fronto, il titolo del gruppo guidato da Alessandro Profumo che sta perfezionando le nozze con la bavarese HVB è volato sulle dichiarazioni del presidente, Carlo Salvadori, sul possibile ritocco all'insù dell'utile per azione 2007.
COMMENTA LA NOTIZIA