1. Home ›› 
  2. Notizie ›› 
  3. Notizie Italia ›› 

Mediobanca, una poltrona anche per Zaleski

FACEBOOK TWITTER LINKEDIN

Romain Zaleski sta meditando seriamente l’ingresso nel salotto buono di Mediobanca. Un’entrata che potrebbe peraltro avvenire dalla porta principale. Secondo quanto ha avuto modo di raccogliere Finanza.com, Zaleski si sarebbe incontrato negli scorsi giorni con il presidente di Piazzetta Cuccia, Gabriele Galateri di Genola proprio per discutere dell’ipotesi di acquisizione di una partecipazione nell’istituto da parte dell’imprenditore franco-bresciano. L’ipotesi ventilata da Galateri a Zaleski prevederebbe un ingresso in grande stile nel Patto di Mediobanca.

Come ha chiarito un comunicato degli scorsi giorni, hanno disdettato il patto entro il termine previsto del 31 marzo azionisti che insieme controllano il 4,839% del capitale. E pare che una mossa iniziale di Zaleski possa essere proprio quella di mettere le mani su questa fetta prestigiosa della torta. Tra coloro che hanno abbandonato il patto ci sono Fiat e Telecom Italia., entrambe per quote pari all’1,835% del capitale ciascuno. Sono uscite dal patto anche Groupe Industriel M.Dassault Sa (0,565% del capitale), da sempre ritenuto vicino all’imprenditore Vincent Bollorè, e Finsev (0,101%). Gruppo Officine Meccaniche Cerutti ha disdettato il patto per lo 0,306% (mantenendo lo 0,307%) e Sofist per lo 0,196% (mantenendo lo 0,197%). Il nuovo patto partirà dal primo luglio, con una quota del capitale vincolato pari al 47,9%, ma eventuali interessati a entrare potranno fare richiesta di ingresso nel sindacato in qualsiasi momento sebbene con l’assenso dell’80% dei partecipanti al patto.

Quello del finanziere franco-bresciano potrebbe tuttavia essere un assaggio prima di impossessarsi di altre quote vincolate al patto ma in via di assottigliamento. Basti pensare a quelle di Capitalia e Unicredito, oggi pari rispettivamente al 9,39% e all’8,682% del capitale sociale, destinate gradualmente a scendere a una percentuale non superiore al 6%. Zaleski ha voluto prendere del tempo per valutare le proprie mosse, ma è possibile che qualche novità possa giungere già nei prossimi giorni. Sempre secondo quanto raccolto da Finanza.com, Zaleski ha infatti promesso di utilizzare le vacanze pasquali per riflettere seriamente sul dossier Mediobanca e per studiarsi bene il nuovo Patto parasociale.