Mediobanca R&S, rendimento fondi inferiore dell'1,1% rispetto a benchmark

Inviato da Titta Ferraro il Mar, 01/08/2006 - 09:17
I fondi italiani devono proprio cercare di voltare pagina. Mediobanca ha ulteriormente approfondito i suoi studi sul settore e non sono mancare le sorprese amare. Da qualche tempo sono disponibili i benchmark "total return", comprensivi cioè dei dividendi distribuiti ed è quindi possibili confrontare esattamente l'andamento dei Fondi rispetto agli indici generali da essi stessi indicati. Ebbene, nel 2005 il totale dei fondi ha fatto peggio degli indici di riferimento nella misura dell'1,1%. Tenendo conto dei dati total return il dato negativo sale alla percentuale dell'1,4%. Considerando gli ultimi sei anni, i risultati ottenuti dai fondi rispetto ai loro benchmark sono impietosi. Addirittura in anni come il 2000 i fondi azionari sono andati peggio dei loro indici di riferimento rispetto del 4,7%. Questi alcuni dati salienti dell'analisi dell'ufficio studi di Mediobanca sui fondi e le sicav italiani nel 2005, che completa la relazione 2006 uscita lo scorso 12 luglio dove si parlava di costi troppo alti, distruzione di valore negli ultimi dieci anni e di un fuga degli investitori. Ad oggi, i fondi comuni italiani investono il 57% del portafoglio in titoli di Stato (il 60% dei quali italiani), solo il 29,9% è impiegato in azioni, per la gran parte straniere (le italiane sono il 21,6%). Nel complesso i 4/5 del portafoglio dei Fondi risulta investito nell'area euro, quindi anche poca fantasia nell'investire con solo il 10% riservato all'area dollaro.
COMMENTA LA NOTIZIA