1. Home ›› 
  2. Notizie ›› 
  3.  ›› 

Mediobanca, partito il ritracciamento post rally

QUOTAZIONI Mediobanca
FACEBOOK TWITTER LINKEDIN

Deboli quest’oggi le banche dopo le corse della prima parte di gennaio. Il comparto di Piazza Affari è penalizzato dalla decisione di Bankitalia di anticipare al 1 novembre 2011 la deduzione delle azioni di risparmio dal computo del coefficiente core Tier 1. Tale scelta avrà inevitabilmente un impatto negativo sul livello generale del ratio e potrebbe nuovamente mettere sotto pressione il comparto, con gli investitori molto attenti al valore dell’indicatore. Anche Mediobanca non scampa alle vendite, con il titolo che dopo aver raggiunto l’area di resistenza compresa tra 7,60/7,65 euro lo scorso 21 gennaio appare ora intenzionato a intraprendere la strada del ritracciamento. In particolar modo va monitorato con particolare cura il minimo di 7,37 euro: una sua violazione dovrebbe infatti far accelerare il movimento ribassista. All’interno di tale scenario un ritorno in area 6,85 euro appare alquanto probabile. A tale livello si completerebbe infatti il pull back profondo della trendline ribassista di breve violata al rialzo in occasione della seduta del 12 gennaio. Seduta che peraltro aveva visto il titolo chiudere sopra le consistenti resistenze statiche di 7 euro, permettendo il completamento di un doppio minimo avente come target 7,70 euro. La trend appena menzionata è stata disegnata con i top decrescenti del 13 dicembre e del 6 gennaio. Partendo da questi presupposti è possibile implementare una strategia short di breve con la vendita di 7,375 euro. Con stop a 7,57 euro, il target è collocato a 7 euro. Nel medio invece acquisti in prossimità di 6,85 euro hanno come obiettivo iniziale 7,54 euro e successivamente un allungo fino alla soglia psicologica degli 8 euro. In questo caso lo stop è posizionato sotto il minimo di 6,48 euro registrato in occasione della seduta dell’11 gennaio.