1. Home ›› 
  2. Notizie ›› 
  3. Dati Bilancio Italia ›› 

Mediobanca: nel I semestre utile netto +23%, sopra le attese. Coefficienti patrimoniali sopra requisiti

QUOTAZIONI Mediobanca
FACEBOOK TWITTER LINKEDIN
Utili semestrali in crescita oltre le attese per Mediobanca. L’istituto di Piazzetta Cuccia ha chiuso il primo semestre dell’esercizio fiscale 2015/2016 con un utile netto pari a 321,1 milioni di euro, in crescita del 23% rispetto al corrispondente periodo dell’anno prima e oltre le attese degli analisti ferme a 310 milioni. A sostenere il risultato “l’efficace diversificazione dei ricavi e della qualità degli attivi superiore alla media del settore e in costante miglioramento negli ultimi trimestri”, spiega l’istituto. I ricavi sono stabili a 1.016,3 milioni. Il margine di interesse è salito del 10% a 604,3 milioni, grazie al comparto retail e credito al consumo, mentre le commissioni sono scese del 12,6% a 227,4 milioni, ma sono migliorate nel secondo trimestre (+37%). Le plusvalenze da cessioni di partecipazioni per 93 milioni sono state pressoché assorbite da oneri non ricorrenti per 72 milioni, in gran parte riconducibili al contributo al fondo di risoluzione bancaria per 63 milioni. 
Si rafforza capitale e qualità dell’attivo
A fine dicembre il coefficiente patrimoniale Cet1 si è attestato al 12,4% in regime transitorio e al 13,4% a regime, ben sopra al requisito minimo fissato dalla Bce pari a all’8,75%. Le attività deteriorate nette diminuiscono per il quarto trimestre consecutivo a 1.075 milioni (da 1.220 milioni a dicembre 2014), con incidenza su impieghi ridotta al 3,3% e copertura in aumento al 53%. “Mediobanca – si legge nella nota – è tra le migliori banche per qualità degli attivi creditizi”. In crescita la raccolta da 42,7 a 44,3 miliardi per nuove emissioni cartolari e la maggior raccolta retail di CheBanca! (da 9,6 a 10,4 miliardi).