Mediobanca, debolezza sfruttabile per un long

Inviato da Riccardo Designori il Lun, 18/04/2011 - 13:14
Quotazione: MEDIOBANCA
La flessione odierna del comparto bancario italiano penalizza inevitabilmente anche i corsi azionari di Mediobanca. Le azioni di Piazzetta Cuccia si stanno tuttavia portando in prossimità di un'area ricca di supporti sia dinamici che statici dopo gli allunghi messi a segno recentemente in scia alle dimissioni del presidente di Generali Cesare Geronzi. In particolar modo l'intero range compreso tra 7,065 euro e 7,375 euro vede le azioni completare il ritracciamento in modo statico per quel che concerne le valutazioni borsistiche più elevate e di tipo dinamico invece per i 7,065 euro indicati. Le prime fanno riferimento non solo al grafico daily ma anche a quello settimanale e prendono in considerazione il top del 4 aprile a 7,35 euro, le seconde prevedono invece il pull back della trendline discendente ottenuta con i top del 16 febbraio e del 14 marzo violata proprio in occasione dei rialzi del 4 aprile. All'altezza di 7,065 euro si annota inoltre il transito della media mobile a 200 peridi. Partendo da questi presupposti è dunque possibile entrare in acquisto a 7,35 euro e fissare lo stop in caso di chiusure sotto 6,98 euro. Il primo target è a 7,90 euro e il secondo a 8,25.
COMMENTA LA NOTIZIA