Mediobanca al centro della speculazione

Inviato da Redazione il Ven, 10/06/2005 - 08:51
Quotazione: MEDIOBANCA
Il riassetto degli snodi del capitalismo nostrano non dovrebbe uscire dai confini nazionali. Infatti nella giornata di ieri si sono sgonfiate le possibilità che a muovere la bagarre che si è scatenata in Borsa con al centro Mediobanca siano i francesi (si mè vociferato del finanziere Vincent Bollorè) o i tedeschi di Commerzbank. Intanto ieri è passato di mano il 5,4% del capitale di Mediobanca che ha messo a segno un balzo del 3,59% dopo aver toccato a metà seduta un massimo storico a 16,53 euro in rialzo di oltre 7 punti percentuale. A ruota gli altri titoli coinvolti nel possibile riassetto dell'istituto di piazzetta Cuccia: Generali e Alleanza sono salite rispettivamente del 2,73% e 4,58%, con tutti gli assicurativi di Piazza affari che sono stati contagiati dall'entusiasmo ad eccezione di Ras. Intanto in data 8 giugno, Alberto Nagel (direttore generale dell'istituto di piazzetta Cuccia) e Pagliaro Renato (condirettore generale), come concordato precedentemente, hanno venduto sul mercato a seguito di esercizio stock option 1,145 milioni di titoli Mediobanca a testa a 14,541 euro. Nello stesso giorno hanno reinvestito il 50% del capital gain acquistando 215 mila titoli a testa al prezzo di carico di 14,5251 euro.
COMMENTA LA NOTIZIA