Mediaset prosegue in controtendenza, per Zironi titolo era compresso

Inviato da Redazione il Mar, 11/04/2006 - 11:35
Quotazione: MEDIASET
Mediaset procede in decisa controtendenza, rispetto a un mercato che sbanda a causa dell'incerteza legata alle elezioni politiche italiane. E il titolo del gruppo media che fa capo a Silvio Berlusconi, per contro, trae proprio spunto da questa incertezza che aleggia e che mette un bel punto interrogativo su quella che fino a ieri pomeriggio era sembrata una vittoria schiacciante da parte del centro-sinistra, ovvero dello schieramento opposto a quello del leader della Casa delle Libertà. Al momento infatti, l'azione Mediaset mette in cantiere un guadagno di quasi due punti percentuali, attestandosi a 10,26 euro, con un massimo intraday già raggiunto a 10,45 euro e con volumi boom: sono già passati di mano 22,4 milioni di pezzi, corrispondenti a circa il 2% del capitale sociale, e nettamente al di sopra dei 7,2 milioni scambiati di media nell'ultimo mese. "Va considerato", fa notare Giorgio Zironi, equity portfolio manager di Optima spa sgr, "che il titolo era a dei livelli abbastanza compressi avendo sottoperformato i peer nell'ultimo periodo. E a questo punto la rimonta della CdL ha sicuramente contribuito a sollevare l'umore degli investitori circa le sorti di Mediaset. Ora infatti sembra realistico che si possa giungere un compromesso tra i due schieramenti politici per quanto riguarda le modifiche da apportare alla legge Gasparri, che chiama in causa direttamente la società del Biscione. Lo scenario dunque non è negativo sul titolo, ma non mi stupirei se domani tornasse indietro. Oggi infatti va detto che l'azione sfrutta momenti emotivi che lasciano il tempo che trovano".
COMMENTA LA NOTIZIA