Mediaset: processo diritti tv resta a Milano

QUOTAZIONI Mediaset S.P.A
FACEBOOK TWITTER LINKEDIN

Il procedimento avviato a carico di Silvio Berlusconi, Fedele Confalonieri e altri 12 imputati sui
presunti fondi neri creati da parte di Mediaset e Fininvest nella compravendita dei diritti televisivi e cinematografici resta a Milano e non passa a Brescia, come chiesto dai difensori di parte civile di Mediaset. L’istanza nasceva dalla presenza, nel distretto di Corte d’appello di Milano di 62 magistrati che erano proprietari o ex proprietari di azioni Mediaset. Il gup Fabio Paparella ha così respinto l’eccezione, sembra motivandola con il fatto che nessuno dei 62 magistrati ha assunto la posizione di persona offesa e tantomeno manifestato l’ intenzione di farlo. D’altronde molti osservatori avevano fatto notare come anche a Brescia, come in qualsiasi altro distretto d’Italia, si poteva incappare nell’impedimento ex art. 11 Codice di procedura penale.