Mediaset, nel monitor un nuovo segnale shor

QUOTAZIONI Mediaset S.P.A
FACEBOOK TWITTER LINKEDIN

Il tracollo dei listini azionari del Vecchio Continente fa avvitare in questo inizio di settimana le quotazioni di Mediaset, scivolate nel corso delle prime due ore di scambio sui minimi storici ora posti a 2,262 euro. Le azioni del Biscione hanno aperto in gap down rispetto alla chiusura di venerdì, oltrepassando di slancio i supporti dinamici offerti dalla trendline inferiore del canale discendente in cui il titolo era inserito dallo scorso 5 agosto. Oltre che con suddetto minimo, la linea di tendenza è stata ottenuta anche con il low del 6 settembre. L’indicazione di vendita ha assunto una portata ancora più significativa con il contestuale cedimento del supporto statico presente a 2,356 euro. Specie se si considera che le azioni lo scorso 5 settembre avevano violato al ribasso la trendline ascendente tracciata con i low dell’11 e del 19 agosto. I top intraday del 7 e 8 settembre hanno rappresentato il tipico pull back della rottura. Partendo da questi assunti, l’analisi permette di ipotizzare la costruzione di una strategia short con la vendita del titolo a 2,3490 euro. Si tratta del valore di transito delle nuove resistenze dinamiche espresse dalla trendline inferiore del canale discendente menzionato in precedenza. Con stop che scatterebbe in caso di nuovi allunghi oltre i 2,535 euro, il primo target è posto a 2,142 euro mentre il secondo coincide con la soglia psicologica dei 2 euro.