Mediaset, la fiducia di ieri può riaccendere il canale long

Inviato da Riccardo Designori il Mer, 15/12/2010 - 16:21
Quotazione: MEDIASET
Miglior titolo della seduta di ieri, Mediaset ha beneficiato della fiducia accordata dal Parlamento all'Esecutivo guidato da Silvio Berlusconi migliorando per ora il quadro grafico di breve grazie alla chiusura oltre le resistenze statiche di 4,575 euro. Anche per gli analisti di Mediobanca il recente newsflow sul fronte politico può far sì che gli investitori tornino a guardare i fondamentali del titolo visto che il business italiano tratta a 10 volte gli utili attesi al 2011 e l'azione offre un rendimento interessante dell'8%. Sotto l'aspetto prettamente tecnico Mediaset aveva sofferto le turbolenze politiche perdendo tra la chiusura del 9 novembre e quella del 13 dicembre oltre il 17%: durante la gamba ribassista in questione le azioni hanno violato al ribasso i supporti mobili offerti dalla trendline ascendente di medio periodo, ottenuta con i minimi del 7 luglio e del 21 ottobre, e quella rialzista di lungo termine, disegnata con i low crescenti del 13 luglio 2009 e del 7 luglio 2010. Anche il supporto statico di 4,305 euro era stato rotto, con un minimo intraday a 4,26 euro lo scorso 30 novembre. Il ritracciamento successivo sembrava fino a ieri offrire la possibilità di implementare una strategia ribassista sui titoli del Biscione in prossimità delle nuove resistenze statiche di area 4,60 euro. L'aver chiuso ieri sopra 4,575 euro cambia invece nell'immediato la view sulle azioni di Cologno: dal 24 novembre è stato infatti disegnato un doppio minimo avente come target, calcolato con l'estensione di Fibonacci, 4,89 euro. Il rialzo potrebbe peraltro proseguire fino alla soglia dei 5 euro, area ricca di vecchi supporti lasciati in eredità dalle quotazioni di ottobre. Altro elemento che porta ad avere una visione positiva nel breve/medio periodo è la constatazione che il titolo ha violato al rialzo la trendline di brevissimo ottenuta con i top decrescenti del 3 e 13 dicembre. Chi volesse sfruttare tale indicazioni per iniziare un'operatività long può dunque posizionare i propri ordini di acquisto all'altezza di 4,55 euro. Con stop sotto 4,385 euro, il primo target è fissato a 4,85 euro mentre il secondo è individuato a 4,95 euro.
COMMENTA LA NOTIZIA