1. Home ›› 
  2. Notizie ›› 
  3. Notizie Italia ›› 

Mediaset: con Vivendi è rottura totale, ma risarcimento danni potrebbe superare valore cessione Premium

QUOTAZIONI Mediaset S.P.A
FACEBOOK TWITTER LINKEDIN

Vivendi chiude le porte sulla possibilità di una soluzione amichevole del dossier Mediaset Premium e il titolo Mediaset paga dazio oggi in Borsa con un calo di oltre il 4%. La società guidata da Vincent Bolloré ha parlato di “intimidazione” da parte anche di Fininvest e potrebbe decidere di avviare un’azione legale poiché Mediaset continua ad avere un atteggiamento ostile alla luce della decisione di procedere con il sequestro del 3,5% di azioni Vivendi. 

Pronta la risposta di Mediaset che dà appuntamento in Tribunale. “E’ evidente che la richiesta di sequestro di azioni Vivendi, lungi dall’essere un’iniziativa intimidatoria, è finalizzata a tutelare gli interessi di Mediaset e dei suoi azionisti”, rimarca Mediaset aggiungendo che dal 25 luglio 2016, data della lettera ufficiale Vivendi di dietrofront sul contratto definitivo e vincolante firmato, non ci sono stati più contatti tra le due società. Non risponde quindi al vero che “negli ultimi mesi sono stati incessanti i tentativi di cercare soluzioni alternative” tra le parti. Non solo non c’è stato alcun “approccio costruttivo” ma è cessato da parte di Vivendi qualsiasi approccio.

Sviluppi negativi che rendono molto più remota la possibilità di un accordo. “Il rischio è che le perdite della pay-tv aumentino (155 mln euro nel 2016 e 73 mln nel 2017 nelle nostre stime)”, rimarcano gli analisti di Equita che hanno ridotto del 9% la valutazione su Mediaset (da 3,4 a 3,1 euro) portando a zero il valore di Premium. “Uno scontro legale dovrebbe essere favorevole a Mediaset, che ha sempre sostenuto la validità del contratto e potrebbe ottenere un risarcimento per danni ben superiore al valore di cessione di Premium, ma i tempi e l`esito di un`azione legale rimangono incerti”, aggiunge Equita.

Adesso gli spazi per un accordo su Premium con i francesi appaiono molto limitati e questo potrebbe aprire ulteriormente gli spiragli per un’alleanza con Sky.