1. Home ›› 
  2. Notizie ›› 
  3. Notizie Italia ›› 

Mediaset chiede il campo neutro per l’udienza preliminare sui diritti tv

QUOTAZIONI Mediaset S.P.A
FACEBOOK TWITTER LINKEDIN

Come prima di un appuntamento importante di campionato si sprecano le dichiarazioni di forza e di convinzione nelle proprie capacità di prevalere sugli avversari, così alla vigilia dell’udienza preliminare al processo sui diritti tv presso il Tribunale di Milano sono in molti ad essere “certi di dimostrare la propria estraneità alle accuse”. Non subito però, prima è meglio cercare di spostare il processo in un campo neutro, come fece già Silvio Berlusconi nel 2002 nel processo Sme (la Cassazione respinse la richiesta. La motivazione è però ora diversa: sarebbero infatti più di 60 i magistrati del distretto giudiziario milanese che avrebbero posseduto o possiedono tuttora azioni Mediaset. Il tutto avviene all’indomani del più grande sequestro di denaro mai operato all’estero su richiesta di un’autorità giudiziaria italiana: il blocco (chiesto dalla Procura di Milano e operato dalla Svizzera all’Ubs di Manno, Lugano) di 100 milioni di euro sui conti del produttore Farouk Agama, definito dai pm “socio occulto” del presidente del Consiglio Berlusconi. Nell’udienza preliminare il giudice Fabio Paparella sarà chiamato a decidere il rinvio a giudizio o il proscioglimento del presidente del Consiglio nonchè maggior azionista di Mediaset, del presidente di Mediaset Fedele Confalonieri e di altre 12 persone per le ipotesi di appropriazione indebita di 270 milioni di dollari, frode fiscale di 120 miliardi di lire e relativi falsi in bilancio fino al 1999 nella compravendita in Usa di diritti tv.