Maxi iniezione di fondi governativi in Bank of America, stanziati 138 miliardi di dollari

Inviato da Redazione il Ven, 16/01/2009 - 09:26

Bank of America riceverà nuovi aiuti statali diretti a consentire l'integrazione tra l'istituto e Merrill Lynch e a coprire potenziali nuove perdite nel bilancio della ex casa d'affari. Il governo di Washington ha deciso uno stanziamento da 20 miliardi di dollari oltre alla costituzione di garanzie per quasi 118 miliardi a copertura di prestiti, titoli garantiti da immobili e altri asset. In ottobre la banca aveva già ricevuto dalle casse statali 25 miliardi. L'assenso al piano di aiuti è stato reso noto da un comunicato congiunto di Federal Reserve, dipartimento del Tesoro e Federal Deposit Insurance Corporation.

L'accordo prevede l'acquisto da parte del governo di azioni privilegiate BofA, caratterizzate da un dividendo dell'8%, per 20 miliardi di dollari. La spesa rientrerà nel piano di acquisto di asset tossici noto come Troubled Asset Relief Program. Le autorità Usa hanno chiarito che l'operazione punta a rafforzare il sistema finanziario, salvaguardare i contribuenti e l'economia nazionale.

I risultati finanziari degli ultimi 12 mesi giustificano l'intervento pubblico. Poco prima delle 12.30 BofA ha infatti presentato risultati trimestrali in profondo rosso. La banca ha terminato il quarto trimestre 2008 registrando una perdita pari a 1,79 miliardi di dollari, 48 centesimi ad azione. Sui risultati, precisa un comunicato, sono pesati i crescenti costi legati al mercato del credito, ingenti svalutazioni e perdite legate alla negoziazione dei titoli. Pesanti risultati anche per la controllata Merrill Lynch che ha registrato nel periodo un rosso per 15,31 miliardi di dollari.
 
(notizia aggiornata alle ore 12.50)
COMMENTA LA NOTIZIA