1. Home ›› 
  2. Notizie ›› 
  3. Casa ›› 

Mattone extra-lusso: dove si sta riaccendendo l’interesse per le abitazioni a 6 zeri?

FACEBOOK TWITTER LINKEDIN

Si riaccende l’interesse verso il segmento più lussuoso ed esclusivo del mercato immobiliare. Una tendenza che emerge dalle ultime rilevazioni effettuate dal centro studi di Casa.it, secondo cui nei primi tre mesi del 2014 in città come Roma, Milano, Torino, Firenze e Napoli sono affiorati interessanti segnali di risveglio della domanda indirizzata al mattone extra-lusso: quello delle grandi metrature a uso abitativo affacciate sulle vie più prestigiose e centrali. Un rinnovato interesse per il “mattone di lusso” che potrebbe sembrare in aperta contraddizione rispetto alla crisi economico-finanziaria nazionale e all’andamento costantemente in calo del mercato immobiliare. Va tuttavia sottolineato che questo risveglio d’inizio primavera è stato stimolato da fattori come la discesa dei valori che ha interessato le abitazioni di lusso per tutto il 2013, con un decremento medio che è andato dal 4,5% a punte del 7% per le unità immobiliari da ristrutturare radicalmente, aprendo così opportunità di investimento per una fascia di potenziali acquirenti che, in ogni caso, non hanno particolari problemi a staccare assegni a sei zeri. Tutto questo, tuttavia, non spiega in maniera esaustiva la ragione per cui nel giro di dodici mesi (marzo 2013/marzo 2014) la richiesta di abitazioni di lusso sia cresciuta in percentuale maggiormente dell’offerta solo in talune strade di alcune tra le principali città italiane.
Guardando alla Capitale il 2013 si è chiuso con un calo degli scambi del 7,3%, che ha toccato inevitabilmente anche il “mattone esclusivo”. I prezzi delle abitazioni di lusso negli ultimi 12 mesi, infatti, sono scesi in media del 3,6%. Lo scarto tra la crescita dell’offerta e quella della domanda in aree di assoluto prestigio come Via Barberini, Via di Ripetta, Piazza di Spagna, Piazza Navona, Via Condotti e Piazza del Popolo, tuttavia, è tra i 2 e i 3 punti percentuali a favore della seconda.
A Milano, città protagonista nella moda e nella finanza, il 2013 è stato archiviato con un aumento degli scambi del 3,4% dopo anni di segni meno. Delle 15.140 abitazioni compravendute nel 2013, circa il 10% facevano parte del segmento “lusso” sulla base dello storico degli ultimi dieci anni. Anche nel cuore del capoluogo lombardo è emersa la tendenza, diffusa ma non omogenea, a un risveglio della domanda specifica per l’immobile di lusso superiore alla crescita dell’offerta. Il trend si è manifestato soprattutto in aree come corso Magenta, corso Garibaldi, Fiori Chiari/Madonnina, Pontaccio/Solferino, Moscova/La Foppa e San Babila.