Mattone: compravendite trimestrali giù del 12,3%

Inviato da Redazione il Ven, 02/10/2009 - 11:00
Anche nel settore immobiliare si cominciano a intravedere i primi segnali di ripresa. Le compravendite immobiliari in Italia continuano infatti a scendere, ma stanno scendendo a un ritmo minore rispetto al passato. È quello che emerge dall'ultimo rapporto dell'Agenzia del Territorio sull'andamento del mercato immobiliare nel secondo trimestre 2009. I dati parlano chiaro: da aprile a giugno le transazioni immobiliari sono state pari a 361.844, con un calo delle compravendite pari a circa il 12,3% rispetto allo stesso periodo dell'anno passato (tasso tendenziale annuo), mentre nei primi tre mesi del 2009 il calo tendenziale era stato decisamente più marcato (-18,6%).
Per quanto concerne i numeri del secondo trimestre, il settore residenziale con 163.894 transazioni ha mostrato una contrazione del 12,9% in linea con l'andamento complessivo, mentre il comparto produttivo, quello maggiormente investito dalla crisi, ha evidenziato un calo del 20,3%, un tasso tuttavia meno negativo rispetto al trimestre precedente, quando si registrò una flessione superiore al 33%. Il terziario con una contrazione relativamente ridotta, pari a -5,4%, è il settore che ha tenuto meglio, mentre il commerciale si è contratto del 14,5%.
E sul fronte prezzi? L'Agenzia del Territorio ha sottolineato come le riduzioni più forti sono state registrate soprattutto nelle grandi città, a partire da Roma (-4,7% rispetto ai primi sei mesi del 2008). A Milano i ribassi sono stati pari a circa l'1,4%.
COMMENTA LA NOTIZIA