1. Home ›› 
  2. Notizie ›› 
  3. Notizie Italia ›› 

Matrimonio sotto l’albero per Bas e Asm Brescia

FACEBOOK TWITTER LINKEDIN

Sotto l’albero di Natale si celebrerà il matrimonio tra due testimonial del mondo multiutility, tra l’Asm Brescia e la Bas. L’utility guidata da Renzo Capra è riuscita a pieno ad esercitare il suo fascino su Roberto Bruni, il sindaco di Bergamo. Il lieto fine è arrivato a tarda notte. Ieri, 21 dicembre, il Comune di Bergamo ha rispettato il programma: nel consiglio di amministrazione straordinario è stato raggiunto l’accordo per la fusione con Asm Brescia, mentre è stato ancora un nulla di fatto il progetto di creare un nodo in provincia in cui la Bas sarebbe l’utility più grande. “Dopo le nozze mancate la scorsa estate con la Como i Comuni di Bergamo e di Brescia hanno fatto le loro valutazioni e hanno trovato l’accordo. La municipalizzata bergamasca è stata valorizzata 93 milioni di euro, con un comcambio pari al 5% della nuova società che nascerà dalla fusione ossia il Comune di Bergamo riceverà il 5% delle azioni della nuova società”, spiega un portavoce del Comune a Spystocks. “La fusione sarà operativa nei prossimi 3-4 mesi”, aggiunge. Non è un caso che l’accordo tra i due Comuni sia arrivato entro l’anno. Il primo gennaio 2005 entrerà in vigore la legge Marzano sul riordino del sistema energetico che cancella alcuni dei benefici previsti in caso di fusione con società quotate. Dunque ecco spiegato tutto questo gran lavoro di diplomazia tra Brescia e Bergamo nelle ultime settimane.