Materie prime: Unicredit, i metalli industriali ancora sotto pressione nei prossimi mesi -2-

Inviato da Luca Fiore il Lun, 07/11/2011 - 16:05
Discorso diverso per i metalli preziosi, che "a causa dell'incertezza in arrivo dall'Europa, dei tassi di interesse reali negativi e dell'interesse da parte degli investitori istituzionali, "saranno spinti al rialzo già nel breve termine". A sei mesi l'oro è atteso a 1.750 dollari e l'argento a 34 dollari l'oncia.

Per quanto riguarda le commodities energetiche, "i fattori strutturali come la scarsità dell'offerta e la domanda da parte dalle economie emergenti" spingeranno al rialzo "il prezzo del greggio nel 2012". Anche se nel breve termine le quotazioni sono attese in fase laterale, il Wti da qui a sei mesi è visto in rialzo a 98 dollari il barile, quelle del brent a 120 dollari mentre il Gas dovrebbe salire a 4,5 dollari.
COMMENTA LA NOTIZIA