1. Home ›› 
  2. Notizie ›› 
  3. Valute e materie prime ›› 

Materie prime: Ubs rimane cauta nonostante rapido cambiamento sentiment

FACEBOOK TWITTER LINKEDIN

Gli analisti di Ubs mantengono un atteggiamento prudente sulle commodity nel breve termine nonostante il rapido cambiamento nel sentiment degli investitori. Motivi? Secondo gli esperti della banca svizzera non ci sarà una reale ripresa dell’attività economica statunitense; l’inflazione in Cina si manterrà alta; e il mercato rimarrà short sul dollaro e long sulle materie prime. Tra le materie prime preferite, con una view a tre mesi, Ubs cita il carbone termale, l’oro e il rame. Di contro, tra le meno preferite il carbone metallurgico, l’alluminio e il nickel. Il broker svizzero sostiene inoltre che i prezzi delle commodity impatteranno sulle società minerarie inglesi. All’interno del settore Bhp Billiton e Rio Tinto rimangono “top picks”. I nomi meno attraenti per Ubs sono Lonmin e Aquarius, entrambi produttori di platino. A impensierire le difficili condizioni strutturali, politicamente e operativamente parlando, in Sud Africa.