1. Home ›› 
  2. Notizie ›› 
  3. Valute e materie prime ›› 

Materie prime: quotazioni oro ancora in rialzo su tensioni tra Usa e Corea del Nord

FACEBOOK TWITTER LINKEDIN

Le quotazioni dell’oro continuano a salire (anche se moderatamente oggi) in scia alle tensioni tra Stati Uniti e Corea del Nord. In questo momento il metallo prezioso, bene rifugio per eccellenza, viaggia in area 1291 dollari l’oncia, mostrando una leggera crescita dello 0,16 per cento. Le quotazioni dell’oro si muovono sui massimi degli ultimi due mesi.

“L’oro e i titoli auriferi hanno registrato un live rialzo nel corso dell’anno, dovuto in parte alle preoccupazioni geopolitiche globali. Uno degli hotspot è stato la Corea del Nord”, commenta Joe Foster, VanEck’s Gold Fund Manager. E aggiunge: “Dato lo storico comportamento della Corea del Nord e la natura imprevedibile sia del presidente Trump che del leader supremo Kim Jong-Un, ci aspettiamo un continuo sostegno delle quotazioni aurifere come bene rifugio. Se la situazione dovesse passare dalle parole ai fatti, portando così ad un conflitto aperto, possiamo prevedere una ripercussione molto più forte sul costo del metallo giallo, visto l’impatto negativo che ciò avrebbe sui mercati finanziari globali e sulla crescita economica”.