Materie prime: oro in spolvero su debolezza dollaro e prospettiva rinvio tapering

Inviato da Titta Ferraro il Gio, 17/10/2013 - 15:21
Rally per l'oro all'indomani dell'accordo in extremis sul tetto del debito. La regina delle materie prime segna un balzo di quasi il 3% con il prezzo spot che ha toccato nell'intraday un picco a 1.322,58 dollari l'oncia. A spingere le quotazioni dell'oro è la debolezza del dollaro sul mercato valutario e sulla speculazione che la Federal Reserve sarà costretta a rinviare l'avvio sul tapering a causa degli effetti negativi sull'economia Usa dello shutdown durato più di due settimane con effetti negativi per 24 mld di dollari.
COMMENTA LA NOTIZIA