1. Home ›› 
  2. Notizie ›› 
  3. Valute e materie prime ›› 

Materie prime: O’Neill, il rame potrebbe beneficiare dell’allentamento monetario della Cina

FACEBOOK TWITTER LINKEDIN

Il calo delle pressioni inflattive cinesi potrebbe essere il giusto trampolino di lancio per i metalli industriali. Secondo Bill O’Neill, chief investment officer di Merrill Lynch Wealth Management EMEA, un calo più veloce del previsto delle pressioni sui prezzi “andrebbe a favorire principalmente i metalli industriali sull’onda dell’implementazione da parte di Pechino di politiche di allentamento monetario volte a stimolare la crescita economica”. In particolare O’Neill ritiene che le quotazioni del rame appaiono insolitamente basse a meno che non si verifichi un’altra recessione globale nel 2012. Le stime sono di un aumento dei prezzi a 8mila dollari a tonnellata a giugno 2012 e a 8.500 $ a fine anno.
Per l’oro e il petrolio non è attesa la replica delle buone performance del 2012, con il metallo giallo che comunque potrebbe avvantaggiarsi delle massicce iniezioni di liquidità nel sistema finanziario” con le quotazioni che potrebbero superare quota 2.000 dollari l’oncia.