Marr sopra prezzo collocamento, il dato sui ricavi convince il mercato

Inviato da Redazione il Lun, 04/07/2005 - 11:31
Quotazione: CREMONINI
Marr scambia sopra il prezzo di collocamento. Il titolo della controllata di Cremonini sale del 3,12%, scambiando a quota 6,75 euro. Fino a venerdì scorso ossia a una settimana esatta dall'esordio in Borsa a un prezzo di collocamento a 6,65 euro Marr si era limitata a scambiare intorno a 6,50 euro. A far cambiare il vento ci ha pensato il dato sui ricavi semestrali annunciato questa mattina dalla società. Nei primi sei mesi 2005 i ricavi messi a segno da Marr sono balzati a 402 milioni di euro in crescita dell'11,7% rispetto a un anno fa. Un numero che ha il sapore della rivincita: la matricola, protagonista di un debutto con l'amaro in bocca, ora potrebbe imboccare la strada dei 7 euro. "L'Ipo Marr non è stata ben compresa. Con la presentazione della semestrale il mercato potrà convincersi della bontà dell'investimento, soprattutto che i target indicati sono realizzabili", aveva profetizzato qualche giorno fa Stefano Fabiani di Zenith Sgr interpellato sull'argomento da Finanza.com. Marr in fase di Ipo ha indicato una crescita annua media composta, CAGR, sui ricavi per i prossimi tre anni tra il 5-10% che porta dritti a un fatturato 2007 di ben 1 miliardo di euro. E oggi è stata raggiunta la prima tappa per centrare l'obiettivo.
COMMENTA LA NOTIZIA