1. Home ›› 
  2. Notizie ›› 
  3. Notizie Italia ›› 

Marr: Fabiani, e’ una buona scommessa sotto l’ombrellone

FACEBOOK TWITTER LINKEDIN

Non è stato un debutto con il botto, di quelli a cui Piazza Affari aveva abituati gli addetti ai lavori, il collocamento della piccola Marr. C’è tutta l’estate per rimediare. E’ questa la tesi di Stefano Fabiani, gestore di Zenith Sgr interpellato sull’argomento da Finanza.com. “L’Ipo Marr non è stata ben compresa. Con la presentazione della trimestrale da parte del gruppo il mercato potrà convincersi della bontà dell’investimento, soprattutto che i target indicati sono realizzabili”, dice l’esperto. Marr ha anticipato una crescita annua media composta, CAGR, sui ricavi per i prossimi tre anni tra il 5-10% che porta dritti a un fatturato 2007 di ben 1 miliardo di euro. In altre parole la matricola, che a una settimana dall’esordio a un prezzo di collocamento a 6,65 euro, nella parte bassa della forchetta fissata tra i 6 e i 7,85 euro, scambia ora a 6,5 euro potrebbe trovarsi a settembre a veleggiare oltre i 7 euro. “A questi prezzi il titolo non tiene conto della politica di pay-out che è sempre stata generosa e della crescita sia organica sia per acquisizioni che le darà ulteriore smalto. Quindi 6,50 euro è un buon punto di ingresso”, spiega ancora Fabiani. Secondo i calcoli del gestore di Zenith a livello di multipli comparando Marr con le small cap europee il titolo è a sconto del 5-10%. E se ancora non bastasse, Fabiani conclude sottolineando che “la politica di dividendo di Marr offre un ottimo paracadute perché limita al massimo il rischio di downside”.

Commenti dei Lettori
News Correlate
Articolo IV sull'Eurozona

Fmi, monito all’Italia: “Introduca salario minimo”

L’Italia deve introdurre un salario minimo nelle regioni, potenzialmente differenziato. A scriverlo il Fondo monetario Internazionale del rapporto Articolo IV sull’Eurozona in cui fornisce una serie di raccomandazioni al nostro …

Osservatorio sul precariato dell'Inps

Inps: crescono assunzioni nei primi cinque mesi, +9,8%

Crescono le assunzioni nel periodo gennaio-maggio 2018 secondo i dati contenuti nell’Osservatorio sul precariato dell’Inps, riferiti ai soli datori di lavoro privati. Il dato segna un +9,8% rispetto ad un …