1. Home ›› 
  2. Notizie ›› 
  3. Dati Macroeconomici ›› 

Market mover: vendite nuove case negli Usa attese ancora in contrazione a gennaio

FACEBOOK TWITTER LINKEDIN

Alle 16:00 è in arrivo l’ultimo dato macro di giornata in arrivo dagli Usa. In agenda c’è il dato di gennaio sulle vendite di nuove case negli Stati Uniti. Nel mese di dicembre le vendite erano scese dell’14,7% a quota 331 mila unità. Le attese sono di un ulteriore calo, anche se più lieve, a 324 mila unità (-2,1% m/m). Il dato è un buon indicatore della spesa per consumi e di riflesso dell’occupazione. Un calo delle vendite di nuove case si riflette negativamente sulle costruzioni di nuove abitazioni andando quindi a ricadere sul settore edile e sull’occupazione in generale. Solitamente l’uscita di un dato inferiore alle attese viene accolto negativamente dai mercati azionari.

Commenti dei Lettori
News Correlate
MACRO

Stati Uniti: tonfo per l’indice Richmond Fed a maggio

L’indice Richmond Fed, che misura l’attività manifatturiera del distretto di Richmond, nel mese di maggio si è attestato a 1 punto, contro i 20 del mese precedente. Gli analisti avevano stimato 15 punti.

MACRO

Stati Uniti: vendite case nuove sotto le stime ad aprile

Ad aprile l’indice statunitense che misura le vendite di case nuove è passato da 642 a 569 mila unità. Il dato a marzo aveva fatto segnare il livello maggiore degli ultimi 10 anni. Gli analisti avevano stimato 611 mila.

MACRO

Stati Uniti: PMI servizi sopra le stime a maggio

Meglio del previsto l’indicatore statunitense che misura il sentiment dei direttori degli acquisti (PMI) del comparto servizi, salito a maggio, in versione preliminare, da 53,1 a 54 punti. Gli analisti avevano stimato 53,3 punti.