Market mover: vendite al dettaglio Us attese ancora in calo a febbraio

Inviato da Redazione il Gio, 12/03/2009 - 12:26
L'agenda economica di oggi vede in primo piano le vendite al dettaglio negli Usa relative al mese di febbraio. La lettura su base mensile è attesa in flessione dello 0,5% rispetto al -1% registrato in gennaio. Il dato è molto
importante poiché i consumi rappresentano la principale variabile che influenza il Pil degli Stati Uniti. L'indagine sulle vendite al dettaglio misura la quantità in dollari di prodotti durevoli e non durevoli venduti dalle società Usa al consumatore finale.
Alla stessa ora è in uscita il consueto dato sulle richieste settimanali di sussidi di disoccupazione. Per la settimana al 7 marzo le attese sono per un lieve crescita a 644 mila unità dalle 639 mila della precedente rilevazione. Grazie alla sua periodicità il dato fornisce un quadro accurato sulla tendenza dell'economia a stelle e strisce. Un incremento delle richieste, solitamente accolto male dai mercati azionari, indica condizioni occupazionali in peggioramento e di conseguenza un impatto negativo sui consumi e sull'economia. Un valore sopra le 400 mila richieste indica una fase di contrazione della congiuntura Usa.
COMMENTA LA NOTIZIA