Market mover: ordini beni durevoli Us attesi in calo a febbraio

FACEBOOK TWITTER LINKEDIN

In arrivo alle 13:30 il dato di febbraio sugli ordini di beni durevoli. Il consensus è di un calo del 2% m/m dal -4,5% di gennaio. Il dato sugli ordini di beni durevoli (ammortizzati oltre i tre anni), elaborato dal Dipartimento del Commercio americano, permette di valutare le condizioni economiche presenti e prospettiche del settore manifatturiero statunitense. E’ uno dei dati macroeconomici maggiormente seguito dal mercato poiché fornisce indicazioni attendibili sullo stato di salute dell’economia Usa. Quando gli ordini di beni durevoli fanno segnare una contrazione vuol dire che l’economia si sta indebolendo e viceversa. Un dato inferiore alle attese è, pertanto, solitamente accolto negativamente dal mercato.

Commenti dei Lettori
News Correlate
MACRO

Stati Uniti: crescita economica ai minimi da tre anni nel Q1

Nel primo trimestre la crescita statunitense si è attestata allo 0,7%, in calo rispetto al 2,1% degli ultimi tre mesi del 2016. Si tratta del dato minore degli ultimi tre anni. Gli analisti avevano stimato un +1,3%.

MACRO

Istat: industria, a marzo prezzi alla produzione a +3,1% a/a

L’Istat comunica che a marzo l’indice dei prezzi alla produzione dell’industria rimane invariato rispetto al mese precedente e aumenta del 3,1% nei confronti di marzo 2016. I prezzi alla produzione dell’industria, sul mercato interno, diminuiscono de…

Inflazione: Istat, ad aprile accelerazione a +1,8% annuo

Ad aprile, stando alla stima preliminare diffusa dall’Istat, l’inflazione in Italia aumenta dello 0,3% su base mensile e dell’1,8% annuo. La variazione tendenziale evidenzia un’accelerazione rispetto al +1,4% di marzo, derivante soprattutto dalla cr…