Market mover: l’agenda macro della giornata

FACEBOOK TWITTER LINKEDIN

Il market mover di oggi è rappresentato dalla Federal Reserve, che questa sera dovrebbe annunciare un incremento dei tassi di interesse di 25 punti base nel range 0,75-1%. All’annuncio seguirà la conferenza stampa del presidente Janet Yellen. Importante anche l’appuntamento alle urne in Olanda, che dà il via alla tornata elettorale nella zona euro. Tra le indicazioni, l’agenda macro di oggi prevede le vendite al dettaglio italiane e i dati sul mercato del lavoro inglese. Nella seconda parte della giornata sarà la volta dei dati statunitensi su inflazione, vendite al dettaglio e indice manifatturiero di New York. Nel dettaglio:
10:30 UK Tasso disoccupazione
11:00 UE Occupazione Eurozona
13:30 USA Vendite al dettaglio
13:30 USA Inflazione
13:30 USA Indice Empire State Manufacturing
15:00 USA NAHB Indice edilizia abitativa
15:00 USA Scorte delle imprese
19:00 USA Federal Funds Target Rate US.

Commenti dei Lettori
News Correlate
MACRO

Francia: fiducia consumatori stabile a 100 ad aprile

La fiducia dei consumatori francesi rimane stabile nel mese di aprile. Il dato diffuso stamattina dall’Insee si mantiene stabile a 100 per il quarto mese consecutivo, in linea con le attese del mercato.

Market mover: l’agenda macro della giornata

L’agenda macro di oggi è povera di indicazioni. L’unico dato di rilievo in uscita oggi riguarda le scorte settimanali di greggio negli Stati Uniti. In uscita anche le vendite al dettaglio in Canada. Nel dettaglio:
16:00 USA Scorte greggio e derivat…

Giappone: fiducia Pmi in calo più del previsto ad aprile

In Giappone la fiducia delle piccole e medie imprese ha mostrato un calo maggiore del previsto attestandosi ad aprile a 48,6 punti dai 50,5 punti del mese precedente. Gli analisti si aspettavano una fiducia in discesa a 49,4 punti….

Australia: inflazione salita al 2,1% annuo nel I trimestre

In Australia l’inflazione si è attestata nel primo trimestre al 2,1% annuo, in deciso rialzo rispetto all’1,5% precedente ma leggermente sotto le attese degli analisti pari al 2,2%. Rispetto al trimestre precedente l’indice dei prezzi al consumo ha m…