Market Mover: l’agenda della giornata

FACEBOOK TWITTER LINKEDIN

L’agenda di oggi è fitta di indicazioni macro importanti. Questa mattina si attende tra gli altri il dato sulla produzione industriale tedesca, spagnola e inglese di luglio. Ma l’attenzione degli investitori sarà rivolta soprattutto Oltreoceano dove nel pomeriggio verranno diffusi i dati sul mercato del lavoro statunitense. L’agenda prevede infatti il tasso di disoccupazione e la variazione degli occupati non agricoli nel mese di agosto. Rilevazioni che potrebbero dare qualche indicazione sulle prossime mosse della Federal Reserve. Nel dettaglio:
08:45 FRA Bilancia commerciale
09:00 SPA Produzione industriale
09:15 SVI Inflazione
10:30 UK Produzione industriale
10:30 UK Bilancia commerciale
12:00 GER Produzione industriale destag
14:30 USA Salario orario medio dipendenti
14:30 USA Disoccupazione
14:30 USA Orario settimanale medio dipendenti
14:30 USA Variazione salari manifatturieri
14:30 USA Variazione salari non agricoli
14:30 USA Salario orario medio dipendenti
14:30 CAN Varz Occupazione.

Commenti dei Lettori
News Correlate
MACRO

Francia: fiducia consumatori stabile a 100 ad aprile

La fiducia dei consumatori francesi rimane stabile nel mese di aprile. Il dato diffuso stamattina dall’Insee si mantiene stabile a 100 per il quarto mese consecutivo, in linea con le attese del mercato.

Market mover: l’agenda macro della giornata

L’agenda macro di oggi è povera di indicazioni. L’unico dato di rilievo in uscita oggi riguarda le scorte settimanali di greggio negli Stati Uniti. In uscita anche le vendite al dettaglio in Canada. Nel dettaglio:
16:00 USA Scorte greggio e derivat…

Giappone: fiducia Pmi in calo più del previsto ad aprile

In Giappone la fiducia delle piccole e medie imprese ha mostrato un calo maggiore del previsto attestandosi ad aprile a 48,6 punti dai 50,5 punti del mese precedente. Gli analisti si aspettavano una fiducia in discesa a 49,4 punti….

Australia: inflazione salita al 2,1% annuo nel I trimestre

In Australia l’inflazione si è attestata nel primo trimestre al 2,1% annuo, in deciso rialzo rispetto all’1,5% precedente ma leggermente sotto le attese degli analisti pari al 2,2%. Rispetto al trimestre precedente l’indice dei prezzi al consumo ha m…