Market mover: l’agenda della giornata

FACEBOOK TWITTER LINKEDIN

Saranno diversi gli appuntamenti macroeconomici che si susseguiranno nel corso della seduta. In mattinata si inizia dalle letture preliminari dei dati sul Pmi manifattura in Europa. Attesa sempre nel Vecchio continente per l’indice dei prezzi al consumo relativo al mese di novembre. Da seguire le dichiarazioni del presidente della Bce, Mario Draghi, a Berlino. Oltreoceano nel pomeriggio gli investitori seguiranno il Philadelphia Fed a dicembre. Nel dettaglio:
09:00 Francia Pmi manifattura a dicembre (preliminare)
09:00 Francia Pmi servizi a dicembre (preliminare)
09:30 Germania Pmi servizi a dicembre
09:30 Germania Pmi manifattura a dicembre
10:00 Europa Pmi composito a dicembre
10:00 Italia Indice prezzi al consumo a novembre (finale)
10:00 Europa Pmi manifattura a dicembre
10:00 Europa Pmi servizi a dicembre
11:00 Europa Indice prezzi al consumo core a novembre
11:00 Europa Indice prezzi al consumo a novembre
12:25 Germania Draghi, governatore Bce: discorso a Berlino
14:30 USA Nuove richieste disoccupazione al 10 dicembre
14:30 USA Indice prezzi alla produzione a novembre
14:30 USA Manifattura Stato di New York a dicembre
16:00 USA Philadelphia Fed a dicembre.

Commenti dei Lettori
News Correlate
MACRO

Stati Uniti: crescita economica ai minimi da tre anni nel Q1

Nel primo trimestre la crescita statunitense si è attestata allo 0,7%, in calo rispetto al 2,1% degli ultimi tre mesi del 2016. Si tratta del dato minore degli ultimi tre anni. Gli analisti avevano stimato un +1,3%.

MACRO

Istat: industria, a marzo prezzi alla produzione a +3,1% a/a

L’Istat comunica che a marzo l’indice dei prezzi alla produzione dell’industria rimane invariato rispetto al mese precedente e aumenta del 3,1% nei confronti di marzo 2016. I prezzi alla produzione dell’industria, sul mercato interno, diminuiscono de…

Inflazione: Istat, ad aprile accelerazione a +1,8% annuo

Ad aprile, stando alla stima preliminare diffusa dall’Istat, l’inflazione in Italia aumenta dello 0,3% su base mensile e dell’1,8% annuo. La variazione tendenziale evidenzia un’accelerazione rispetto al +1,4% di marzo, derivante soprattutto dalla cr…