Market Mover: l’agenda della giornata

FACEBOOK TWITTER LINKEDIN

Giornata fitta di appuntamenti macroeconomici, soprattutto in Europa. Cresce infatti l’attesa per l’incontro di oggi della Bce, che si riunirà per decidere sui tassi d’interesse. Sempre nel Vecchio continente, in Germania verranno diffuse le vendite al dettaglio a gennaio, e il pmi servizi in Italia, Germania ed Europa. Negli Stati Uniti verranno comunicate le nuove richieste di sussidio alla disoccupazione e l’Ism non manifatturiero a febbraio. Nel dettaglio:
08:00 Germania Vendite al dettaglio a gennaio
09:45 Italia Pmi servizi a febbraio
09:55 Germania Pmi servizi a febbraio (finale)
10:00 Europa Pmi composite a febbraio (finale)
10:00 Italia Indice prezzi alla produzione a gennaio
10:00 Europa Pmi servizi a febbraio (finale)
11:00 Europa Pil al IV trimestre (preliminare)
11:00 Europa Consumi famiglie al IV trimestre (preliminare)
11:00 Europa Vendite al dettaglio a gennaio
13:45 Europa Bce: decisioni tassi
14:30 USA Nuove richieste sussidio disoccupazione al 26 febbraio
16:00 USA Ism non manifatturiero a febbraio
Adecco, Aviva, Banca Ifis, Big Lots, Carrefour, Heinz e Novell.

Commenti dei Lettori
News Correlate
MACRO

Stati Uniti: crescita economica ai minimi da tre anni nel Q1

Nel primo trimestre la crescita statunitense si è attestata allo 0,7%, in calo rispetto al 2,1% degli ultimi tre mesi del 2016. Si tratta del dato minore degli ultimi tre anni. Gli analisti avevano stimato un +1,3%.

MACRO

Istat: industria, a marzo prezzi alla produzione a +3,1% a/a

L’Istat comunica che a marzo l’indice dei prezzi alla produzione dell’industria rimane invariato rispetto al mese precedente e aumenta del 3,1% nei confronti di marzo 2016. I prezzi alla produzione dell’industria, sul mercato interno, diminuiscono de…

Inflazione: Istat, ad aprile accelerazione a +1,8% annuo

Ad aprile, stando alla stima preliminare diffusa dall’Istat, l’inflazione in Italia aumenta dello 0,3% su base mensile e dell’1,8% annuo. La variazione tendenziale evidenzia un’accelerazione rispetto al +1,4% di marzo, derivante soprattutto dalla cr…