Mario Monti studia le misure anti crisi e prepara l'esordio europeo. Oggi CdM

Inviato da Alberto Bolis il Lun, 21/11/2011 - 10:28

Oggi il primo Consiglio dei Ministri "operativo", tra domani e giovedì l'esordio internazionale. E' questa la ricca agenda del neo premier Mario Monti, che in giornata presiederà un CdM con all'ordine del giorno un provvedimento su Roma Capitale. Ma l'incontro servirà soprattutto a fare il punto con i nuovi ministri sul programma dei prossimi giorni. La squadra di Monti inizierà inoltre a ragionare sul prossimo pacchetto di misure da presentare che, come dichiarato dal professore, dovranno coniugare crescita, equità e rigore. Secondo la stampa nazionale, le prime riforme dovrebbero arrivare appena prima del summit europeo in programma il prossimo 9 dicembre.
 
Tra le misure al vaglio del nuovo esecutivo, come riportato dalla stampa nazionale, ci sarebbe la reintroduzione dell'Ici sulla prima casa che rientrerebbe nella nuova Imu (Imposta municipale unica). Inoltre l'Iva potrebbe essere nuovamente ritoccata al rialzo. Queste misure, in uno scenario ideale, dovrebbero riuscire a mitigare l'Irpef per i redditi medio-bassi e l'Irap sulle aziende.

Dopo il Consiglio dei Ministri, per Mario Monti inizierà la lunga settimana europea. Domani, infatti, esporrà il suo programma a José Manuel Barroso e ad Herman Van Rompuy. Giovedì sarà invece impegnato in un trilaterale con il presidente francese, Nicolas Sarkozy, e con la cancelliera tedesca, Angela Merkel. Il tutto in una settimana decisiva per comprendere meglio il futuro della governance europea. La Commissione Ue presenterà anche il cosiddetto "Libro verde" sugli eurobond, che potrebbero garantire maggiore stabilità nell'area euro e permettere ai Governi nazionali di finanziarsi sul mercato a costi accettabili.

COMMENTA LA NOTIZIA